Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C)

Sodium Ascorbyl Phosphate

da 2,70

Formato/i
3g , 10g
Con questo prodotto guadagnerai almeno
2
Fiori

Descrizione
Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C)

Sodio Ascorbil Fosfato puro (vitamina C) FU – Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) – 3 e 10g

ANTIOSSIDANTE – SCHIARENTE – RIGENERANTE – PROTETTIVO – ENERGIZZANTE – ANTI-MACCHIE  – ANTINFIAMMATORIO – ASTRINGENTE

IDROSOLUBILE

Il Sodio Ascorbil Fosfato Flower Tales è una forma stabile ed idrosolubile della vitamina C. Il SAP (acronimo di Sodium Ascorbyl Phosphate) Flower Tales è puro ed è destinato esclusivamente ad un uso cosmetico. 10g di prodotto corrispondono a più di 5 grammi di acido L-ascorbico, ha quindi un titolo in acido ascorbico del 50% minimo.

La vitamina C aiuta a prevenire l’invecchiamento cellulare, con azione antiossidante e anti-degenerativa tenendo in buone salute le cellule, impedisce la digregazone del collagene (tipo I e III) e ne stimola la sintesi. La sua azione anti-radicali liberi lo rende ottimo nei prodotti anti-age perché riduce le imperfezioni e purifica la pelle aumentando le definizione della texture (astringente, anti-acne, seboregolatore, depigmentante).

Vitamina C: Sodio Ascorbil fosfato (SAP) o Ascorbil Palmitato?

Vedi anche: Ascorbil Palmitato Flower Tales

Sono due forme della vitamina C, entrambe rese molto stabili e per molti versi sono sovrapponibili. Ad una prima osservazione la differenza più lampante è la solubilità: il Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) si scioglie liberamente in acqua e basta veicolarlo in un po’ d’acqua e aggiungerlo direttamente alla fase finale della crema a pH7. Viceversa l’Ascorbil palmitate richiede di essere veicolato in lecitina più esteri o nella base disperdente Flower Tales (fatica molto di più in soli oli senza essere pre-veicolato) e quindi trova largo spazio in unguenti, burricacao, burri corpo, oli da massaggio e così via, anche perché è incompatibile con il sodio benzoato, un conservante molto usato in formulazioni acquose. L’ascorbil fosfato rilascia più acido ascorbico, liberamente liposolubile ma è meno penetrante dell’ascorbil palmitato che però ha limiti di solubilità. Non ci sono ancora sufficienti studi che determinano quali delle due forme è più performante, sceglieteli quindi in base alla solubilità e alle formule in cui vorrete inserire il prodotto.

L’ascorbil palmitato è molto stabile nella formula anidra. Il SAP invece (in qualsiasi tipo di ambiente) preferisce un chelante, ma per tale scopo nella cosmesi homemade è sufficiente regolare il pH con un acido della frutta*; l’inserimento di acido in formula non diventa mai un problema visto che il SAP alza di molto il pH del cosmetico finito e quindi bisognerebbe comunque abbassarlo. L’Ascorbil Palmitato lavora in migliore sinergia con le vitamine liposolubili (che sono le più diffuse) ed è il più usato per la conservazione degli oli ed infatti si utilizza per stabilizzare gli ingredienti sensibili all’ossigeno e protegge la formulazione dall’ossidazione. Gli acidi della frutta però possono perdere le loro attività principali se il pH è superiore al 5.5.

Il Sodio Ascorbil Fosfato si usa di più in sieri o latti o soluzioni totalmente idrosolubili, ma tende a smollare gel ed emulsioni. Il suo uso cosmetico è perlopiù finalizzato a sfruttare le sue proprietà antiossidanti e schiarenti delle macchie della pelle, ed essendo idrosolubile permette di essere inserito in maggiore quantità in sieri leggeri e gel acquosi.

Come e perché utilizzare il Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C) Flower Tales:
RICHIEDE REGOLAZIONE DI PH – RICHIEDE AGENTE CHELANTE

Si presenta come una polvere fine bianca inodore ed in soluzione al 3% ha un pH elevato: pH 10.

Composizione: Sodium Ascorbyl Phosphate  Titolo in Acido ascorbico >50%.
Utilizzo e conservazione: inserire a freddo (0,1-4% a seconda della funzione) in fase C in pH 7; conservare a 15-25°C ben protetto dalla luce; IDROSOLUBILE (pre-veicolare in acqua).
Dosaggi specifici
Antiossidante (uso tecnico): 0,1-0,5%
Antiossidante (uso cosmetico anti-age): 0,5-2% (trattamenti intensivi) 0,2% uso quotidiano, 1-2% (solari e prodotti doposole).
Schiarente ed anti-macchie: 3-4%
Riequilibrante e rimodellante: 5%

Indicazioni: pelle stressata, ossidata, spenta, poco tonica, poco elastica con macchie. Eritemi, cicatrici post operazioni laser. Acne, pori dilatati, dermatite seborroica. NON inserire in trattamenti esfolianti a base di acidi (peeling chimico)
Applicazioni: sieri illuminanti, latti, gel, contorno occhi energizzanti. Prodotti solari. Prodotti normalizzanti e lenitivi.
Sinergie:
niacinamide (solo se non ci si espone al sole o si usa adeguata protezione solare), giglio di mare, potassio azeloil diglicinato – acido lactobionico – acido mandelico – tocoferolo puro naturale (o liposomi vitaminici in preparati acquosi).
SAP ed acido lattobionico o mandelico: il sodio ascorbil fosfato può essere un ottimo tampone per i trattamenti a base di acido lattobionico, gluconolattone o mandelico svolgendo anche un’azione schiarente, illuminante ed anti macchie. Nel caso del lattobionico, quest’ultimo funge anche da ottimo chelante contro il ferro per il SAP. Si ricorda però che pH superiori al 5.5 (la SAP richiede 7) possono neutralizzare le principali attività degli idrossidacidi.
glicole vegetale: ne regola il rilascio prolungandone l’attività nel tempo, inoltre funghe da ottimo agente permeabilizzante, (non potendo usare i Glicosaminoglicani idrolizzati per questo scopo)
Sodio Ascorbil Fosfato e Sodio fitato: chelante che ha dimostrato ottima compatibilità e funzionalità con la SAP.
Incompatibilità: ialuronico gel e sap funzionano bene insieme sulla pelle ma non vanno aggiunti insieme nello stesso cosmetico (vanno applicati sulla pelle separatamente). Questo discorso vale  anche per i GAG o la ialuramina. Non usare il sodio benzoato in prodotti contenenti SAP. La vitamina C, in qualsiasi forma, non va mai combinata con l’argilla. Non usare in combinazione con AHA, BHA e PHA o acidi forti salvo sapiente formulazione ed adeguata produzione solare.
Altre informazioni di formulazione
Richiede chelante: acido citrico o altri chelanti idrofili, come gluconolattone per il ferro o calcio gluconato per il piombo (in qualsiasi formula non anidra) + mix vitaminico (0,01% solo in emulsioni). Se lo si inserisce in sieri all’acido lactobionico è vero che quest’ultimo funge anche da agente chelante contro il ferro ma perde le sua principale efficacia di idrossidacido con pH superiori al pH 5.
Richiede regolazione pH:  portare a pH 7

+ Consulta gli appunti di una cosmetologa per scoprire dosaggi, utilizzi, provenienza ed altre informazioni sul nostro Retinil Palmitato.

+ Approfondisci le tue conoscenze sulla Vitamina A consultando il nostro blog.

+ Leggi attentamente la scheda tecnica e di sicurezza prima di utilizzare il prodotto.

Non usare senza regolare il pH

Uso personale cosmetico esterno. Confezionato in ambiente idoneo con standard ISO-9001, con macchinari specifici, da personale autorizzato sotto la supervisione di un chimico. La qualità garantita dal produttore/fornitore, (che è italiano), vi viene riportata tramite le informazioni fornite: queste, quindi, si riferiscono esclusivamente a questo specifico prodotto Flower Tales Cosmetics e non sono valide per altri prodotti o di altri distributori. La sicurezza d’uso garantita dal produttore è valida solo se ci si attiene alle indicazioni riportate, senza usi impropri o sovradosaggi. Leggere attentamente le schede tecnica e di sicurezza fornite prima dell’uso. Non OGM. Non testato sugli animali. Materia prima cosmetica NON USARE PURO non è un prodotto cosmetico pronto all’uso, vietata rivendita e ricondizionamento. Tenere fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

  • Descrizione completa

    Sodio Ascorbil Fosfato puro (vitamina C) FU – Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) – 3 e 10g

    ANTIOSSIDANTE – SCHIARENTE – RIGENERANTE – PROTETTIVO – ENERGIZZANTE – ANTI-MACCHIE  – ANTINFIAMMATORIO – ASTRINGENTE

    IDROSOLUBILE

    Il Sodio Ascorbil Fosfato Flower Tales è una forma stabile ed idrosolubile della vitamina C. Il SAP (acronimo di Sodium Ascorbyl Phosphate) Flower Tales è puro ed è destinato esclusivamente ad un uso cosmetico. 10g di prodotto corrispondono a più di 5 grammi di acido L-ascorbico, ha quindi un titolo in acido ascorbico del 50% minimo.

    La vitamina C aiuta a prevenire l’invecchiamento cellulare, con azione antiossidante e anti-degenerativa tenendo in buone salute le cellule, impedisce la digregazone del collagene (tipo I e III) e ne stimola la sintesi. La sua azione anti-radicali liberi lo rende ottimo nei prodotti anti-age perché riduce le imperfezioni e purifica la pelle aumentando le definizione della texture (astringente, anti-acne, seboregolatore, depigmentante).

    Vitamina C: Sodio Ascorbil fosfato (SAP) o Ascorbil Palmitato?

    Vedi anche: Ascorbil Palmitato Flower Tales

    Sono due forme della vitamina C, entrambe rese molto stabili e per molti versi sono sovrapponibili. Ad una prima osservazione la differenza più lampante è la solubilità: il Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) si scioglie liberamente in acqua e basta veicolarlo in un po’ d’acqua e aggiungerlo direttamente alla fase finale della crema a pH7. Viceversa l’Ascorbil palmitate richiede di essere veicolato in lecitina più esteri o nella base disperdente Flower Tales (fatica molto di più in soli oli senza essere pre-veicolato) e quindi trova largo spazio in unguenti, burricacao, burri corpo, oli da massaggio e così via, anche perché è incompatibile con il sodio benzoato, un conservante molto usato in formulazioni acquose. L’ascorbil fosfato rilascia più acido ascorbico, liberamente liposolubile ma è meno penetrante dell’ascorbil palmitato che però ha limiti di solubilità. Non ci sono ancora sufficienti studi che determinano quali delle due forme è più performante, sceglieteli quindi in base alla solubilità e alle formule in cui vorrete inserire il prodotto.

    L’ascorbil palmitato è molto stabile nella formula anidra. Il SAP invece (in qualsiasi tipo di ambiente) preferisce un chelante, ma per tale scopo nella cosmesi homemade è sufficiente regolare il pH con un acido della frutta*; l’inserimento di acido in formula non diventa mai un problema visto che il SAP alza di molto il pH del cosmetico finito e quindi bisognerebbe comunque abbassarlo. L’Ascorbil Palmitato lavora in migliore sinergia con le vitamine liposolubili (che sono le più diffuse) ed è il più usato per la conservazione degli oli ed infatti si utilizza per stabilizzare gli ingredienti sensibili all’ossigeno e protegge la formulazione dall’ossidazione. Gli acidi della frutta però possono perdere le loro attività principali se il pH è superiore al 5.5.

    Il Sodio Ascorbil Fosfato si usa di più in sieri o latti o soluzioni totalmente idrosolubili, ma tende a smollare gel ed emulsioni. Il suo uso cosmetico è perlopiù finalizzato a sfruttare le sue proprietà antiossidanti e schiarenti delle macchie della pelle, ed essendo idrosolubile permette di essere inserito in maggiore quantità in sieri leggeri e gel acquosi.

    Come e perché utilizzare il Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C) Flower Tales:
    RICHIEDE REGOLAZIONE DI PH – RICHIEDE AGENTE CHELANTE

    Si presenta come una polvere fine bianca inodore ed in soluzione al 3% ha un pH elevato: pH 10.

    Composizione: Sodium Ascorbyl Phosphate  Titolo in Acido ascorbico >50%.
    Utilizzo e conservazione: inserire a freddo (0,1-4% a seconda della funzione) in fase C in pH 7; conservare a 15-25°C ben protetto dalla luce; IDROSOLUBILE (pre-veicolare in acqua).
    Dosaggi specifici
    Antiossidante (uso tecnico): 0,1-0,5%
    Antiossidante (uso cosmetico anti-age): 0,5-2% (trattamenti intensivi) 0,2% uso quotidiano, 1-2% (solari e prodotti doposole).
    Schiarente ed anti-macchie: 3-4%
    Riequilibrante e rimodellante: 5%

    Indicazioni: pelle stressata, ossidata, spenta, poco tonica, poco elastica con macchie. Eritemi, cicatrici post operazioni laser. Acne, pori dilatati, dermatite seborroica. NON inserire in trattamenti esfolianti a base di acidi (peeling chimico)
    Applicazioni: sieri illuminanti, latti, gel, contorno occhi energizzanti. Prodotti solari. Prodotti normalizzanti e lenitivi.
    Sinergie:
    niacinamide (solo se non ci si espone al sole o si usa adeguata protezione solare), giglio di mare, potassio azeloil diglicinato – acido lactobionico – acido mandelico – tocoferolo puro naturale (o liposomi vitaminici in preparati acquosi).
    SAP ed acido lattobionico o mandelico: il sodio ascorbil fosfato può essere un ottimo tampone per i trattamenti a base di acido lattobionico, gluconolattone o mandelico svolgendo anche un’azione schiarente, illuminante ed anti macchie. Nel caso del lattobionico, quest’ultimo funge anche da ottimo chelante contro il ferro per il SAP. Si ricorda però che pH superiori al 5.5 (la SAP richiede 7) possono neutralizzare le principali attività degli idrossidacidi.
    glicole vegetale: ne regola il rilascio prolungandone l’attività nel tempo, inoltre funghe da ottimo agente permeabilizzante, (non potendo usare i Glicosaminoglicani idrolizzati per questo scopo)
    Sodio Ascorbil Fosfato e Sodio fitato: chelante che ha dimostrato ottima compatibilità e funzionalità con la SAP.
    Incompatibilità: ialuronico gel e sap funzionano bene insieme sulla pelle ma non vanno aggiunti insieme nello stesso cosmetico (vanno applicati sulla pelle separatamente). Questo discorso vale  anche per i GAG o la ialuramina. Non usare il sodio benzoato in prodotti contenenti SAP. La vitamina C, in qualsiasi forma, non va mai combinata con l’argilla. Non usare in combinazione con AHA, BHA e PHA o acidi forti salvo sapiente formulazione ed adeguata produzione solare.
    Altre informazioni di formulazione
    Richiede chelante: acido citrico o altri chelanti idrofili, come gluconolattone per il ferro o calcio gluconato per il piombo (in qualsiasi formula non anidra) + mix vitaminico (0,01% solo in emulsioni). Se lo si inserisce in sieri all’acido lactobionico è vero che quest’ultimo funge anche da agente chelante contro il ferro ma perde le sua principale efficacia di idrossidacido con pH superiori al pH 5.
    Richiede regolazione pH:  portare a pH 7

    + Consulta gli appunti di una cosmetologa per scoprire dosaggi, utilizzi, provenienza ed altre informazioni sul nostro Retinil Palmitato.

    + Approfondisci le tue conoscenze sulla Vitamina A consultando il nostro blog.

    + Leggi attentamente la scheda tecnica e di sicurezza prima di utilizzare il prodotto.

    Non usare senza regolare il pH

    Uso personale cosmetico esterno. Confezionato in ambiente idoneo con standard ISO-9001, con macchinari specifici, da personale autorizzato sotto la supervisione di un chimico. La qualità garantita dal produttore/fornitore, (che è italiano), vi viene riportata tramite le informazioni fornite: queste, quindi, si riferiscono esclusivamente a questo specifico prodotto Flower Tales Cosmetics e non sono valide per altri prodotti o di altri distributori. La sicurezza d’uso garantita dal produttore è valida solo se ci si attiene alle indicazioni riportate, senza usi impropri o sovradosaggi. Leggere attentamente le schede tecnica e di sicurezza fornite prima dell’uso. Non OGM. Non testato sugli animali. Materia prima cosmetica NON USARE PURO non è un prodotto cosmetico pronto all’uso, vietata rivendita e ricondizionamento. Tenere fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Informazioni Tecniche

Formato/i
3g , 10g

Descrizione
Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C)

  • Descrizione completa

    Sodio Ascorbil Fosfato puro (vitamina C) FU – Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) – 3 e 10g

    ANTIOSSIDANTE – SCHIARENTE – RIGENERANTE – PROTETTIVO – ENERGIZZANTE – ANTI-MACCHIE  – ANTINFIAMMATORIO – ASTRINGENTE

    IDROSOLUBILE

    Il Sodio Ascorbil Fosfato Flower Tales è una forma stabile ed idrosolubile della vitamina C. Il SAP (acronimo di Sodium Ascorbyl Phosphate) Flower Tales è puro ed è destinato esclusivamente ad un uso cosmetico. 10g di prodotto corrispondono a più di 5 grammi di acido L-ascorbico, ha quindi un titolo in acido ascorbico del 50% minimo.

    La vitamina C aiuta a prevenire l’invecchiamento cellulare, con azione antiossidante e anti-degenerativa tenendo in buone salute le cellule, impedisce la digregazone del collagene (tipo I e III) e ne stimola la sintesi. La sua azione anti-radicali liberi lo rende ottimo nei prodotti anti-age perché riduce le imperfezioni e purifica la pelle aumentando le definizione della texture (astringente, anti-acne, seboregolatore, depigmentante).

    Vitamina C: Sodio Ascorbil fosfato (SAP) o Ascorbil Palmitato?

    Vedi anche: Ascorbil Palmitato Flower Tales

    Sono due forme della vitamina C, entrambe rese molto stabili e per molti versi sono sovrapponibili. Ad una prima osservazione la differenza più lampante è la solubilità: il Sodium Ascorbyl Phosphate (SAP) si scioglie liberamente in acqua e basta veicolarlo in un po’ d’acqua e aggiungerlo direttamente alla fase finale della crema a pH7. Viceversa l’Ascorbil palmitate richiede di essere veicolato in lecitina più esteri o nella base disperdente Flower Tales (fatica molto di più in soli oli senza essere pre-veicolato) e quindi trova largo spazio in unguenti, burricacao, burri corpo, oli da massaggio e così via, anche perché è incompatibile con il sodio benzoato, un conservante molto usato in formulazioni acquose. L’ascorbil fosfato rilascia più acido ascorbico, liberamente liposolubile ma è meno penetrante dell’ascorbil palmitato che però ha limiti di solubilità. Non ci sono ancora sufficienti studi che determinano quali delle due forme è più performante, sceglieteli quindi in base alla solubilità e alle formule in cui vorrete inserire il prodotto.

    L’ascorbil palmitato è molto stabile nella formula anidra. Il SAP invece (in qualsiasi tipo di ambiente) preferisce un chelante, ma per tale scopo nella cosmesi homemade è sufficiente regolare il pH con un acido della frutta*; l’inserimento di acido in formula non diventa mai un problema visto che il SAP alza di molto il pH del cosmetico finito e quindi bisognerebbe comunque abbassarlo. L’Ascorbil Palmitato lavora in migliore sinergia con le vitamine liposolubili (che sono le più diffuse) ed è il più usato per la conservazione degli oli ed infatti si utilizza per stabilizzare gli ingredienti sensibili all’ossigeno e protegge la formulazione dall’ossidazione. Gli acidi della frutta però possono perdere le loro attività principali se il pH è superiore al 5.5.

    Il Sodio Ascorbil Fosfato si usa di più in sieri o latti o soluzioni totalmente idrosolubili, ma tende a smollare gel ed emulsioni. Il suo uso cosmetico è perlopiù finalizzato a sfruttare le sue proprietà antiossidanti e schiarenti delle macchie della pelle, ed essendo idrosolubile permette di essere inserito in maggiore quantità in sieri leggeri e gel acquosi.

    Come e perché utilizzare il Sodio Ascorbil Fosfato (Vitamina C) Flower Tales:
    RICHIEDE REGOLAZIONE DI PH – RICHIEDE AGENTE CHELANTE

    Si presenta come una polvere fine bianca inodore ed in soluzione al 3% ha un pH elevato: pH 10.

    Composizione: Sodium Ascorbyl Phosphate  Titolo in Acido ascorbico >50%.
    Utilizzo e conservazione: inserire a freddo (0,1-4% a seconda della funzione) in fase C in pH 7; conservare a 15-25°C ben protetto dalla luce; IDROSOLUBILE (pre-veicolare in acqua).
    Dosaggi specifici
    Antiossidante (uso tecnico): 0,1-0,5%
    Antiossidante (uso cosmetico anti-age): 0,5-2% (trattamenti intensivi) 0,2% uso quotidiano, 1-2% (solari e prodotti doposole).
    Schiarente ed anti-macchie: 3-4%
    Riequilibrante e rimodellante: 5%

    Indicazioni: pelle stressata, ossidata, spenta, poco tonica, poco elastica con macchie. Eritemi, cicatrici post operazioni laser. Acne, pori dilatati, dermatite seborroica. NON inserire in trattamenti esfolianti a base di acidi (peeling chimico)
    Applicazioni: sieri illuminanti, latti, gel, contorno occhi energizzanti. Prodotti solari. Prodotti normalizzanti e lenitivi.
    Sinergie:
    niacinamide (solo se non ci si espone al sole o si usa adeguata protezione solare), giglio di mare, potassio azeloil diglicinato – acido lactobionico – acido mandelico – tocoferolo puro naturale (o liposomi vitaminici in preparati acquosi).
    SAP ed acido lattobionico o mandelico: il sodio ascorbil fosfato può essere un ottimo tampone per i trattamenti a base di acido lattobionico, gluconolattone o mandelico svolgendo anche un’azione schiarente, illuminante ed anti macchie. Nel caso del lattobionico, quest’ultimo funge anche da ottimo chelante contro il ferro per il SAP. Si ricorda però che pH superiori al 5.5 (la SAP richiede 7) possono neutralizzare le principali attività degli idrossidacidi.
    glicole vegetale: ne regola il rilascio prolungandone l’attività nel tempo, inoltre funghe da ottimo agente permeabilizzante, (non potendo usare i Glicosaminoglicani idrolizzati per questo scopo)
    Sodio Ascorbil Fosfato e Sodio fitato: chelante che ha dimostrato ottima compatibilità e funzionalità con la SAP.
    Incompatibilità: ialuronico gel e sap funzionano bene insieme sulla pelle ma non vanno aggiunti insieme nello stesso cosmetico (vanno applicati sulla pelle separatamente). Questo discorso vale  anche per i GAG o la ialuramina. Non usare il sodio benzoato in prodotti contenenti SAP. La vitamina C, in qualsiasi forma, non va mai combinata con l’argilla. Non usare in combinazione con AHA, BHA e PHA o acidi forti salvo sapiente formulazione ed adeguata produzione solare.
    Altre informazioni di formulazione
    Richiede chelante: acido citrico o altri chelanti idrofili, come gluconolattone per il ferro o calcio gluconato per il piombo (in qualsiasi formula non anidra) + mix vitaminico (0,01% solo in emulsioni). Se lo si inserisce in sieri all’acido lactobionico è vero che quest’ultimo funge anche da agente chelante contro il ferro ma perde le sua principale efficacia di idrossidacido con pH superiori al pH 5.
    Richiede regolazione pH:  portare a pH 7

    + Consulta gli appunti di una cosmetologa per scoprire dosaggi, utilizzi, provenienza ed altre informazioni sul nostro Retinil Palmitato.

    + Approfondisci le tue conoscenze sulla Vitamina A consultando il nostro blog.

    + Leggi attentamente la scheda tecnica e di sicurezza prima di utilizzare il prodotto.

    Non usare senza regolare il pH

    Uso personale cosmetico esterno. Confezionato in ambiente idoneo con standard ISO-9001, con macchinari specifici, da personale autorizzato sotto la supervisione di un chimico. La qualità garantita dal produttore/fornitore, (che è italiano), vi viene riportata tramite le informazioni fornite: queste, quindi, si riferiscono esclusivamente a questo specifico prodotto Flower Tales Cosmetics e non sono valide per altri prodotti o di altri distributori. La sicurezza d’uso garantita dal produttore è valida solo se ci si attiene alle indicazioni riportate, senza usi impropri o sovradosaggi. Leggere attentamente le schede tecnica e di sicurezza fornite prima dell’uso. Non OGM. Non testato sugli animali. Materia prima cosmetica NON USARE PURO non è un prodotto cosmetico pronto all’uso, vietata rivendita e ricondizionamento. Tenere fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Informazioni Tecniche

Formato/i
3g , 10g

Potrebbe interessarti...

Cocoil Prolina - solubilizzante ecobio sensoriale per pelli sensibili
Condizionante cutaneo,Disciplinante
Co-emulsionante,Co-tensioattivo,Mitigante,Solubilizzante,Spumeggiante,Stabilizzante
cuoio capelluto,cura del bambino,pelle sensibile,texture leggera,tocco asciutto

Cocoil prolina

14,70

100g
Acquista

Lipstick per rossetti pre-formati ( Pure Pop – Marshmallow )

2,20

1 pezzo
Acquista
kit per iniziare a realizzare un detergente
capelli grassi,capelli secchi,cura del corpo,cura del viso

Buono Regalo 100 Euro

100,00

100€
Acquista

Buono Regalo 50 Euro

50,00

50€
Acquista

Buono Regalo 25 Euro

25,00

25€
Acquista
Esfoliante,Idratante,Levigante,Nutriente

Urea

da 3,40

Vari formati
F.to 100g , 250g
Acquista
Cocoil Prolina - solubilizzante ecobio sensoriale per pelli sensibili
Condizionante cutaneo,Disciplinante
Co-emulsionante,Co-tensioattivo,Mitigante,Solubilizzante,Spumeggiante,Stabilizzante
cuoio capelluto,cura del bambino,pelle sensibile,texture leggera,tocco asciutto

Cocoil prolina

14,70

100g
Acquista

Lipstick per rossetti pre-formati ( Pure Pop – Marshmallow )

2,20

1 pezzo
Acquista
kit per iniziare a realizzare un detergente
capelli grassi,capelli secchi,cura del corpo,cura del viso

Buono Regalo 100 Euro

100,00

100€
Acquista

Buono Regalo 50 Euro

50,00

50€
Acquista

Buono Regalo 25 Euro

25,00

25€
Acquista
Esfoliante,Idratante,Levigante,Nutriente

Urea

da 3,40

Vari formati
F.to 100g , 250g
Acquista